martedì 10 luglio 2012

Nel mondo del problema

Recentemente di passaggio in quel di Bologna, non potevo esimermi da una capatina a le Due Torri, prestigiosa libreria dedicata agli scacchi. Tra gli scaffali mi è capitato in mano il libro di Fabio Magini di Firenze: Nel mondo del problema - Edizioni SC.A.CH
 
Immediatamente mi son ritrovato immerso in quel magico mondo.
Davvero una eccezionale raccolta: più di 330 diagrammi! Tutto il materiale è tratto dagli articoli che, fin dal lontano 1973, Fabio Magini ha scritto sulla Nuova Enigmistica Tascabile. L’autore ci guida nell’universo dello Studio, insegnandoci ad apprezzare il valore estetico di questa particolare e antica forma di creatività scacchistica. Risolvere o creare problemi e studi scacchistici è un vero piacere anche per chi si dedica prevalentemente all`agonismo. E’ una lettura che può fornire ispirazione per le partite e utile esercizio al calcolo delle varianti . Molto interessante scoprire i dettagli più nascosti che si possono celare in una posizione!
Alcuni temi sono, però, veramente lontani da quanto potrebbe davvero capitare sulla scacchiera in una vera partita. Tra questi mi ha colpito uno in particolare chiamato:
BIRILLI
Scrive Magini:
Vengono chiamati birilli gli otto Pedoni neri che nella posizione iniziale, o in quella finale di un problema, sono disposti intorno al Re nero. Questo particolare tema figurato è detto anche “Sarcofago”, o “Tomba del Conte” oppure “Gabbia di Tamerlano”. In questi problemi il Bianco dispone, oltre al Re, soltanto della Donna e un pezzo minore o un Pedone. Tra le molte composizione con i birilli , quella del diagramma che segue risulta particolarmente attraente.
C. W. Mann - 1907
Matto in quattro mosse
Come farà la Donna a penetrare tra le maglie della granitica difesa che circonda il Re nero, in modo da potergli dare matto?
Provate a trovare la risposta di questo simpatico e astruso quesito.
Per leggere la soluzione seleziona lo spazio sottostante
N. S.
Dopo la chiave 1.Da1! , il Nero ha a disposizione tre continuazioni che portano ad altrettanti diversi matti:
se 1. …d3 2.Dc3 e3 3.e:d3 c:d3 4.D:d3 #, se 1. …c3 2.Da2+ c4 3.Da5+ c5 4.Da8 #; se 1. …e3 2.Dh1+ e4 3.Dh5+ e5 4.Df7 #.

Nessun commento:

Posta un commento